Bando ISI INAIL 2020

2 Mar 2020 Bandi e Decreti Sicurezza
Risorsa 12

Back

Bando Inail: detrazioni per salute e sicurezza sul lavoro

Cosa sono, come si accede e a chi sono rivolte le detrazioni edilizie

In arrivo finanziamenti per chi decide di incrementare la sicurezza sul lavoro. L’INAIL (Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro) ha indetto per il 2020 un bando di finanziamento a fondo perduto per le imprese.

 

Bando Inail finanziamento a fondo perduto per imprese: detrazioni per salute e sicurezza

Il bando riguarda tutti quegli interventi finalizzati a migliorare la sicurezza sul posto di lavoro. Questa iniziativa nasce come incentivo alle imprese, per fare in modo che si investa in materia di innovazione e sicurezza, con particolare attenzione a ecologia e ambiente. Tra gli interventi che possono permettere a un’azienda di accedere al finanziamento, infatti, troviamo oltre ai progetti atti a incrementare le misure di sicurezza e di prevenzione del rischio, anche l’acquisto di attrezzature e macchinari di ultima generazione. I macchinari devono contribuire all’abbattimento di inquinamento sia da un punto di vista delle emissioni, sia per quello che concerne l’inquinamento acustico. Ma vediamo nel dettaglio a chi si rivolge il bando Isi Inail, quali sono i termini per partecipare e come fare per iscriversi.

💬 Manda un Whatsapp per saperne di più

 

Bando Isi Inail: a chi si rivolge

Il bando Isi Inail si rivolge a tutte le imprese, anche quelle individuali, che siano iscritte alla Camera del Commercio, dei settori industria, agricoltura e artigianato. Per alcune modalità di finanziamento e solo per determinati interventi che analizzeremo in seguito in modo dettagliato, il bando si rivolge anche al terzo settore.

Ma in che modo viene erogato l’eventuale finanziamento? Cosa significa a fondo perduto?

 

Bando Inail: modalità di erogazione del finanziamento

Il bando Inail per gli interventi finalizzati a migliorare salute e sicurezza sul lavoro e alla riduzione di impatto ambientale e inquinamento, viene erogato come contributo in conto capitale, e a fondo perduto. Questo significa che, una volta certificata la validità della richiesta, nel momento in cui viene stabilito che una società ha diritto al contributo, l’importo totale dello stesso viene versato sul conto corrente intestato alla società. Quindi non si tratta di un credito di imposta, ma di un vero e proprio finanziamento. La somma ricevuta potrà poi essere utilizzata dall’azienda a sua discrezione, da qui la dicitura a fondo perduto che caratterizza questo bando.

Quali sono gli interventi che possono essere in parte finanziati grazie al bando finanziamento Inail?

 

Bando finanziamento Inail: quali interventi sono ammissibili

Gli interventi ammissibili per ricevere il finanziamento Inail si dividono in gruppi denominati assi. Vediamo nel dettaglio quali sono e che genere di interventi includono.

• Asse 1: Il primo gruppo riguarda i progetti relativi a investimento e implementazione di modelli di organizzazione, in preparazione di lavori veri e propri. Tra gli interventi di investimento ammissibili, ci sono quelli che riguardano uno studio del rischio relativo a fattori inquinanti, chimici, biologici e sismici. Tutto quello che concerne l’analIsi dei potenziali pericoli legati a sedi di lavoro in ambienti a rischio è parzialmente finanziabile dal bando Inail. Lo stesso discorso vale anche per gli interventi e le ricerche finalizzati alla prevenzione di rischi causati da vibrazioni, pericolo di caduta o inquinamento acustico e rumore. Per quello che concerne questo gruppo di interventi, il finanziamento a fondo perduto prevede il 65% della somma investita, e un range di spesa incluso tra un minimo di 5000 euro fino a 130000 euro.

• Asse 2: In questo gruppo sono compresi gli interventi finalizzati a ridurre il rischio durante la movimentazione di carichi. La movimentazione dei carichi effettuata manualmente è causa di patologie per quei lavoratori che si trovano a dover spostare grandi pesi o a movimentare costantemente materiali. Le aziende che decidono di investire in soluzioni che riducano i rischi legati alla movimentazione, potranno dunque ricevere un finanziamento grazie al bando Inail in corso di validità. Per quello che concerne il secondo asse, il bando Isi Inail permette di accedere al finanziamento anche alle aziende facenti parte del terzo settore. L’ammontare del finanziamento a fondo perduto consiste nel 65% della somma investita, per un minimo investimento di 5000 euro e un massimo investimento di 130000 euro.

• Asse 3: Riguarda tutti gli interventi finalizzati alla rimozione di amianto. Il terzo gruppo di interventi ammissibili per accedere al bando Inail amianto per salute e sicurezza sul lavoro copre un aspetto estremamente importante. Gli interventi di bonifica di aree in cui sono presenti materiali a base di amianto sono infatti una priorità per la salute dei lavoratori. Per questo specifico settore di intervento, Inail ha deciso di dedicare sessanta milioni di euro per finanziare a fondo perduto le aziende che decidano di rimuovere l’amianto dalle proprie sedi e aree di competenza. È importante tenere a mente che per accedere al finanziamento, l’intervento deve prevedere necessariamente la rimozione dell’amianto ma anche il suo trasporto e smaltimento presso una sede autorizzata. Le aziende che si occuperanno di rimozione, trasporto e smaltimento devono essere iscritte all’albo nazionale dei gestori ambientali. Anche in questo caso il bando Inail rimozione eternit e amianto prevede una percentuale del finanziamento che coprirà il 65% della somma investita, e l’intervento dovrà essere effettuato con un investimento pari o superiore a 5000 euro e fino a un massimo di 130000 euro.

• Asse 4: Il bando Inail per sicurezza e salute sul lavoro mette a disposizione dieci milioni di euro per le piccole imprese. Il primo ambito incluso è quello della realizzazione mobili, e comprende tutti gli interventi finalizzati a ridurre i rischi collegati a rumore e agenti chimici, oltre che alla riduzione del rischio di infortuni sul lavoro e alle facilitazioni per la movimentazione di carichi. Quindi via libera all’implementazione di macchinari per la movimentazione automatica, a impianti di areazione e a strutture che possano isolare le zone di lavoro da rumori eccessivi. Anche nel settore della pesca, il secondo ambito in cui si muove il quarto asse del bando Isi Inail, gli interventi ammissibili riguardano diversi interventi. Il bando Inail acquisto attrezzature copre infatti parzialmente le spese per la sostituzione o l’acquisto di macchinari e attrezzature da lavoro. Alcuni esempi possono essere giubbotti salvagente, materiali antiscivolo, attrezzature di rilevazione gas, sistemi di allarme e molti altri. La percentuale di finanziamento anche in questo caso corrisponde al 65% della spesa investita, ma il range di investimento deve essere compreso tra 2000 euro e 50000 euro.

• Asse 5: Il quinto gruppo di interventi validi per accedere al bando Inail per la sicurezza e la salute sul lavoro riguarda le piccole imprese che lavorano in ambito agricolo. In questo caso Inail mette a disposizione quaranta milioni di euro, di cui sette milioni dedicati esclusivamente agli imprenditori agricoli con meno di quarant’anni di età. Il bando agevola l’acquisto di una o due attrezzature. Sono inclusi trattori e macchine agricole con motori elettrici, a gasolio o a benzina. Per quello che concerne questo ambito, il finanziamento coprirà il 40% delle spese sostenute (il 50% nel caso in cui l’imprenditore abbia massimo quarant’anni). L’investimento da effettuare dovrà essere di minimo mille euro, fino a 60000 euro.

Ma come può fare un’azienda interessata a partecipare al bando?

💬 Manda un Whatsapp per saperne di più

 

Bando Inail: modalità di presentazione della domanda

Per poter iscriversi al bando, le aziende dovranno effettuare una registrazione online sul sito ufficiale di Inail. Contestualmente alla compilazione del modulo telematico, verrà richiesto di allegare tutta la documentazione del caso. Dettagli su documenti necessari possono essere reperiti negli Avvisi regionali e negli Avvisi provinciali. Per quello che concerne invece i termini, vediamo quali sono le date per il bando Inail scadenza per scadenza.

• 16 aprile 2020: Si apriranno le procedure per la compilazione della domanda telematica sul sito ufficiale di Inail, nella sezione servizi online.

• 29 maggio 2020: Questa è la prima scadenza importante. Infatti entro questa data le aziende dovranno aver terminato le procedure di iscrizione per l’iscrizione al bando finanziamento Inail, pena l’esclusione.

• 5 giugno 2020: Entro questa data sarà disponibile un codice identificativo da utilizzare per la successiva fase della procedura e verranno comunicate le date relative alle fasi successive e all’esito bando Inail.

È importante tenere a mente che ogni azienda può iscriversi al bando per il finanziamento Inail relativo a salute e sicurezza sul lavoro con un unico progetto. Inail valuterà le domande e, tenendo conto di quelle che soddisfano tutti i requisiti, elargirà il finanziamento in base all’ordine cronologico della ricezione, fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Come procedere per gli interventi finalizzati a incrementare la sicurezza e la salute sul lavoro? E a chi affidarsi?

💬 Manda un Whatsapp per saperne di più

 

Effettuare interventi finalizzati all’incremento della sicurezza sul lavoro: Boscolo Srl

Affidarsi a Boscolo Srl per interventi atti a migliorare la sicurezza sul lavoro e la salute dei dipendenti significa rivolgersi a un’azienda con oltre vent’anni di esperienza nel settore delle ristrutturazioni e dell’edilizia industriale. Operativa in Emilia Romagna, Boscolo Srl utilizza soltanto materiali di prima qualità ed è una scelta di altissimo profilo in termini di lavori finalizzati alla bonifica di ambienti e aree industriali. Boscolo Srl è infatti specializzata in rimozione di amianto ed eternit, e grazie alle sue attrezzature di ultima generazione garantisce un risultato ottimale per quello che concerne la rimozione e lo smaltimento. La rimozione dell’amianto friabile o dell’eternit avviene nel pieno rispetto delle normative vigenti, così come il suo smaltimento.

Boscolo Srl ha tutte le certificazioni richieste dal bando finanziamenti Inail ed è tra le aziende iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Come Boscolo può guidarti alla vincita del bando:

Partecipare a questo bando non è semplice, per questo noi di Boscolo ti diamo una mano a vincere:

Bisogna sempre valutare nella sua interezza il bando proposto, e non sempre è di semplice interpretazione, questo può compromettere l’iscrizione e l’accesso a tutte le agevolazioni offerte.

Evita questi inconvenienti affidandoti a Boscolo: abbiamo elaborato una strategia che permette, al 90%, alle aziende che si affidano a noi di vincere i bandi regionali, nazionali ed internazionali, fornendogli l’accesso alla massima contribuzione prevista.

Quali sono i principali vantaggi per chi si affida a Boscolo?

  • Assistenza a 360° sull’intero iter procedurale: ci occupiamo noi di tutto, dalla prima immissione dei dati per partecipare al bando fino alla messa in sicurezza.

Canali esclusivi per poter accedere a finanziamenti e ovviare i limiti dati dalle banche, attraverso all’assistenza finanziaria che riceverai dal nostro team.

Possibilità di vincere e sommare altri bandi: Grazie ai nostri consulenti, che studieranno il tuo caso specifico, potranno identificare i bandi più adatti agli obiettivi della tua azienda, seguendoti in ogni passaggio fino alla vittoria.

💬 Manda un Whatsapp per saperne di più

 






Quale è la città in cui è presente l'immobile oggetto dei lavori?