Bando Isi Inail 2019: cos’è, come funziona e come ottenere i contributi

8 Apr 2019 Bonifiche Amianto Detrazioni Energie rinnovabili
Risorsa 12

Back

Il bando Isi Inail è il progetto dedicato alle imprese che assegna come incentivo finanziamento a fondo perduto per chi intende eseguire eseguire progetti di bonifica dell’amianto e in generale volti a migliorare la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Per il 2019 l’Inail, l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, ha provveduto a rinnovare l’impegno iniziato nel 2010 con il primo bando Isi, mettendo a disposizione, alle imprese iscritte alla Camera di Commercio interessate, 370 milioni di euro sotto forma di finanziamenti a fondo perduto per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Quest’anno il bando Isi Inail prevede una novità molto importante ovvero uno specifico canale di finanziamento dedicato alla bonifica dell’amianto, servizio realizzato anche da Boscolo Srl nelle zone di Modena, Bologna e Imola soprattutto.

IDENTIKIT BANDO ISI INAIL 2019

Gli obiettivi del bando riguardano salute e sicurezza sul lavoro e, nello specifico, i seguenti punti: il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di salute dei lavoratori (con speciale attenzione alle operazioni di bonifica dall’amianto); la riduzione delle emissioni inquinanti di macchinari e attrezzi; la riduzione dell’inquinamento acustico; la sostenibilità delle micro e piccole imprese e quindi anche l’installazione di pannelli fotovoltaici, siano essi sistemi fotovoltaici con scambio sul posto, con sistema di accumulo o ad isola.
Entrando ancor più nel dettaglio, sono cinque i cosiddetti “assi di finanziamento”, cioè gli ambiti di intervento finanziabili dalla misura:

• il primo asse riguarda progetti per l’adozione di modelli organizzativi sostenibili e di responsabilità sociale: l’Inail ha destinato a questo asse 100 milioni di euro
• il secondo asse è legato al rischio alla riduzione del rischio da “movimentazione manuale dei carichi”: a disposizione circa 44 milioni di euro
• Il terzo asse è relativo invece alle operazioni di bonifica dell’amianto come quelle operate da Boscolo Srl nelle zone di Modena, Bologna e Imola: fondi complessivi, 60 milioni di euro
• il quarto asse riguarda progetti per micro e piccole imprese che operano nei settori del legno e della ceramica, per un totale di 10 milioni di euro
infine, il quinto asse riguarda le micro e piccole imprese che hanno attività legate alla produzione agricola primaria (45 milioni di euro totali).

LE CIFRE DEL BANDO

L’agevolazione è costituita da un contributo che copre fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, sulla base dei parametri e degli importi minimi e massimi specificati dal bando per ciascun asse di finanziamento, come di seguito illustrato:
Assi 1, 2, 3
Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a 150.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 20.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di finanziamento.
Asse 4
Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000,00 Euro.
Asse 5 (5.1 e 5.2)
Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del: 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole); 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).
In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000,00 Euro e il finanziamento minimo è pari a 1.000,00 Euro.
Importante da sottolineare è il fatto che il finanziamento è sempre calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva.

COME FARE DOMANDA PER IL BANDO ISI INAIL 2019

Il bando prevede tre fasi per l’accettazione della richiesta di finanziamento.
La prima fase, che va dal 19 aprile al 31 maggio 2018, prevede l’accesso alla sito INAIL, la compilazione della domanda e l’assegnazione del codice di ammissione.
La seconda fase, denominata “click day”, prevede l’invio effettivo della domanda: i tempi sono ancora da definire
La terza fase, infine, prevede l’invio della documentazione necessaria per l’accettazione della domanda
Importante da sottolineare è il fatto che le domande ammissibili saranno selezionate secondo l’ordine cronologico di presentazione e saranno finanziate e finanziamenti fino all’esaurimento del fondo.